Le otiti medie ricorrenti in età pediatrica possono trovare una spiegazione meccanica nella forma cranica asimmetrica (plagiocefalia).
La plagiocefalia si può instaurare durante la gravidanza, durante il parto, oppure nelle prime settimane di vita del bimbo. Queste condizioni modificano la forma delle ossa temporali che risultano non simmetriche tra di loro. Si determina una modifica della posizione delle tube uditive nonchè una ridotta plasticità e malleabilità sotto la spinta della crescita.        

otiti bambini

Differenza tra le tube uditive

  • Nell’adulto: presentano un asse obliquo verso il basso, che facilita il drenaggio mucoso verso il rinofaringe.
  • Nel neonato: le tube uditive sono quasi orizzontali e possono rallentare o impedire il fisiologico drenaggio mucoso.

Il tuo bimbo ha già fatto la sua prima visita dall’osteopata pediatrico?

Intervento osteopatico sul cranio

Osteopaticamente è possibile lavorare sul cranio dei neonati per migliorare la mobilità delle singole ossa, riducendo la compressione articolare delle suture. Questi delicati trattamenti manuali fanno si che la crescita prosegua fisiologicamente, in modo da recuperare la simmetria laterale e i diametri cranici oltre che la corretta forma delle ossa temporali in ogni loro parte, tube uditive comprese.

Nei bimbi che presentano anche una tensione asimmetrica della muscolatura cervicale, e quindi una anomala postura del collo, è fondamentale risolvere prima quella, poiché l’inserzione muscolare sulle ossa craniche può determinare delle interferenze nella crescita e nella mobilità ossea.

 

Cosa fare in caso di traumi?

È importante segnalare che in caso di traumi che coinvolgano soprattutto la testa del bimbo si possono instaurare condizioni di elasticità ridotta che possono causare dinamiche craniche, oppure posture del rachide, alterate, per questo sarebbe opportuno intervenire immediatamente.
Se le otiti ricorrono nel bimbo in età più avanzata è importante controllare le deglutizione e l’occlusione, in quanto una lingua in postura bassa che non spinge correttamente sulle ossa mascellari può comportare una dinamica alterata del tratto cervicale.

Dott.ssa Tonni Daniela

Il tuo bimbo ha già fatto la sua prima visita dall’osteopata pediatrico?

Richiedi subito informazioni

    Dichiaro di avere letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati forniti.*